News


Consigli antistress per trasporto gatti dal veterinario
09/04/2019

Si sà i gatti non amano molto viaggiare, è un vero dramma ogni qual volta devono essere portati in qualche posto, per es. dal veteririnario per le visite periodiche. I felini sono animali facilmente stressabili.
Sottoporre a visita clinica un animale stressato non è nè agevole nè raccomandabile. Un animale stressato è nervoso, agitato, non stà fermo, è insofferente a essere palpato. Il veterinario dovrà essere bravo nel valutare lo stato di salute del paziente con molta celerità, rischiando di saltare alcuni passaggi fondamentali nella visita; inoltre è dimostrato che lo stress altera alcuni parametri ematologici fondamentali che possono rendere difficile la diagnosi.
Per cercare di rendere, più confortevole possibile, al nostro Pet, questo momento mi permetto di elencare alcuni consigli alla portata di tutti.

-Il gatto in auto deve viaggiare sempre all'interno di un trasportino, non solo perchè si agita di meno, ma anche per motivi di sicurezza e poi perchè e previsto dal codice della strada.

-Scegliere il trasportino di dimensioni adeguate alla stazza del gatto, con sportello frontale estraibile, meglio se dotato della possibilità di aprirlo a metà per favorirne l'uscita dall'alto, di materiale plastico leggero e facilmente lavabile.

-Dopo l'uso il trasportino andrebbe pulito con detergenti delicati e non molto odorosi e andrebbe tenuto nella stanza come "pezzo di arredamento". Il gatto lo deve considerare come una cosa propria e non deve associarne l'uso con qualcosa di non piacevole. Così facendo è probabile che la volta successiva entrerà in gabbia senza alcun timore.

-Nel trasportino sarebbe opportuno fargli trovare il suo giochino preferito, qualche crocchetta o un piccola coperta impregnata con il suo odore.

-Se nonostante ciò il gatto non vuole entrare si consiglia di posizionare il trasportino in verticale con lo sportello aperto, e dopo avere sollevato il gatto adagiarlo dentro iniziando a far entrare le zampe posteriori tenute con le mani. Se anche ciò non dovesse bastare si consiglia di avvolgerlo con una coperta e poi inserirlo nel trasportino.

-Se durante il viaggio il gatto manifesta il suo disagio con lamenti e miagolii prersistenti sarebbe opportuno avvolgere il trasportino con una coperta. L'uso di farmaci tranquillanti non è raccomandabile.

-E' buona norma evitare di scuotere il trasportino durante il viaggio.

-In auto è bene fissare il trasportino, per esempio utilizzando la cintura dì sicurezza del sedile, o appoggiandolo nello spazio per i piedi del passaggero anteriore.

-Una volta giunti a destinazione prima di scendere l'animale, sarebbe opportuno chiedere informazioni al veterinario sù come comportarsi, ciò al fine di evitare contatti con altri animali. Per ovviare a ciò alcune cliniche veterinarie sono dotate di sala di attesa separate per cani e gatti.

-Di ritorno a casa consiglio di aprire lo sportellino e lasciare che sia lui a uscire spontaneamente dalla gabbietta senza alcuna forzatura.

Gennaro dott. Calogero ( 09 - 04- 2019)